ITALIANS NETWORK ... Associazioni Italiane Nel Mondo

Governo, Poco Contano gli Italiani Fuori dai Confini


Basta leggere con attenzione il testo del decreto legge contenente le regole applicative del reddito di cittadinanza e della cosiddetta “quota cento”, dopo la proposta di riduzione degli eletti nella circoscrizione Estero e la mancanza di risposte della manovra finanziaria, per capire che per questo governo gli italiani all’estero sono l’ultimo dei pensieri, contano veramente molto poco
.
Il reddito di cittadinanza può essere richiesto dai cittadini italiani e da una serie di altri soggetti (cittadini di paesi dell’Unione europea o di paesi che hanno sottoscritto convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia o di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE di lungo periodo), a condizione che al momento della domanda risiedano in Italia da almeno dieci anni in modo continuativo.

Va da se dunque che chi è all’estero e perde il posto di lavoro o decide comunque di rientrare non può presentare domanda....senza aspettare dieci anni!

Tutti coloro che sono andati all’estero negli ultimi anni, parliamo di centinaia di migliaia di persone, per esperienze brevi di lavoro e poi sono tornate, vengono esclusi dai benefici di questa legge.

Coloro che stanno lasciando con disperazione le zone di crisi, basti pensare al Venezuela con la speranza di trovare accoglienza nel paese di origine, devono rivolgersi altrove, con buona pace delle affermazioni fatte di recente dal Sottosegretario Merlo a un importante giornale venezuelano.


Notizia Flash
--
Redazione – Italiansnet.it
www.italiansnet.it
redazione@italiansnet.it
Redazione Italiansnet.it - 2019-02-24